La regola delle decime

18.02 .201

La regola delle decime è una pratica buona molto antica…
Invita a mettere a disposizione della comunità in cui si vive la decima parte di quanto ciascuno dispone.

Ogni dieci parole che dici,
dedica al vicino una parola amica, un incoraggiamento.

Se sei studente o insegnante, ogni dieci ore dedicate allo studio,
dedica un’ora a chi fa fatica a studiare.

Se sei un ragazzo che pratichi sport e ti diverti,
ogni dieci ore di gioco, dedica un’ora a chi non può giocare,
   perché è un ragazzo come te, ma troppo solo, troppo malato.

Se sei un cuoco affermato o una casalinga apprezzata,
ogni dieci torte preparate per casa tua, dedica una torta
   a chi non ha nessuno che si ricordi del suo compleanno.

Se tra gli impegni di lavoro e il tempo degli impegni irrinunciabili, disponi di tempo,
ogni dieci ore di tempo libero,
   metti un’ora a disposizione della comunità.

Se disponi di una casa per te e per la tua famiglia,
ogni dieci abbellimenti di casa tua,
   dedica un gesto per abbellire l’ambiente intorno.

Naturalmente la regola delle decime potrebbe essere anche molto più impegnativa
se si passa ad esempi più consistenti: ogni dieci case che affitti…
    ogni dieci euro che spendi… ogni dieci viaggi che fai…

La stessa logica diventa interessante
  se viene proiettata anche sui corpi sociali …

L’arte del buon vicinato – discorso alla città
Mons. Mario Delpini  – 6 dic. 2017

Permanent link to this article: http://www.quintoevalle.it/cosedichiesa/10-vescovo/la-regola-delle-decime/