Pasqua: La festa delle feste

Quando parliamo della «gloria di Dio», parliamo di una realtà che è molto vicina
al tema della creazione. La creazione, lo abbiamo detto tante volte è la bellezza e l’amore di Dio che vogliono incontrarci.: «Dio vide; ed ecco era cosa bella, era cosa buona».
Della «Gloria di Dio», il nostro arcivescovo dice: «Gloria di Dio, significa manifestazione dell’amore, tenacia dell’amore,
ostinazione dell’amore di Dio che nel suo Figlio Gesù rivela fin dove giunge la sua intenzione di rendere ogni uomo e ogni donna partecipe della sua vita e della sua gioia. Ecco che cos’è la gloria di Dio: è l’amore che si manifesta.

PASQUA: la festa delle feste

Nella festa di Pasqua (risurrezione di Gesù) vediamo il massimo dell’amore, della bellezza, della gloria di Dio.
Il suo progetto, infatti, da sempre è IMMERGERE TUTTI nella sua vita.
Questa gioia indescrivibile ha bisogno di ben tre feste per essere compresa:
la Risurrezione; l’Ascensione, la Pentecoste.

La risurrezione:
Gesù che risorge ci dice come la sua vita e il suo amore superano la morte e con lui la nostra vita è al sicuro, per sempre, nella gioia.

È veramente cosa buona e giusta
che in ogni tempo, o Padre, ti benediciamo,
ma soprattutto in questo tempo pasquale,
quando l’umanità risorge,
nasce la vita eterna,
e a noi è donato il principio di una gioia senza fine. (liturgia Martedì dell’ottava)

L’ascensione:
l’uomo Gesù va a abitare con Dio e ci prepara un posto.
Ricorderai dalla catechesi precedente che, quando Gesù sale al cielo, le sue vesti hanno il colore della terra. E la terra è “sporcata” (si fa per dire!) di bianco (presenza degli angeli).
Ormai in essa c’è per sempre un po’ di cielo (la presenza di Gesù).

Gesù tuo Figlio, re dell’universo,
oggi è salito al di sopra dei cieli
tra il coro festoso degli angeli.
giudice del mondo e Signore dell’universo,
non ci ha abbandonato
nella povertà della nostra condizione umana,
ma ci ha preceduto nella dimora eterna
per darci la sicura speranza
che dove è lui, saremo anche noi,
uniti nella stesso gloria. (liturgia Ascensione)

La Pentecoste:
il risorto ci manda lo Spirito Santo perché la terra possa trasformarsi col lavoro delle nostre, col sorriso dei nostri occhi puri, con la bellezza è il nostro cuore in Paradiso.
Ecco cos’era la creazione “aperta”!

O Dio, che hai mandato sui tuoi discepoli
il fuoco dello Spirito Santo Consolatore,
dono della tua vita d’amore,
concedi a noi, tua Chiesa, di vivere uniti,
costanti nella carità,
e di crescere nelle opere di giustizia;
donaci insomma, i santi doni del tuo Spirito. (liturgia  Pentecoste)

.

Permalink link a questo articolo: https://www.quintoevalle.it/catechesi-ragazzi/catinfam/pasqua-la-festa-delle-feste/